user_mobilelogo

logo svincenzo

 

Conferenza di San Vincenzo

I fondatori della Conferenza a Pozzo Strada, così raccontano: "Accanto alla nostra vecchia casa parrocchiale, nel 1928, sorgeva una rustica casetta dove un venerdì di ottobre, alcuni soci dell'Unione Uomini Cattolici e del Circolo Giovanile "Fortitudo" si riunirono per la prima "Conferenza". L'ambiente in cui si sarebbe operato era davvero "povero", moralmente e materialmente: più campagna che città; lavoro scarso; donne,  per la maggior parte casalinghe; rarissime le pensioni sociali.  >Le abitazioni dei meno fortunati erano spesso vecchie cascine o soffitte senza riscaldamento.  Un vecchio verbale parla di "uno stanzone nel cortile, abitato dai genitori e 4 figli: un tavolo, i pagliericci, qualche sedia; in una pentola, su una stufetta, alimentata da un po' di carbone sottratto ad una vicina Cooperativa, bolliva un cavolo dono di un ortolano..." Così il buono-pane offerto dai Confratelli diventò una manna…  I "buoni-pane", i "buoni-latte" che alcune botteghe cambiavano in alimenti... Alla storia della S. Vincenzo di Pozzo Strada si è aggiunto un capitolo ogni settimana nel consueto incontro del martedì.  E' una storia scritta a più mani, da tutti noi!

La Società San Vincenzo De Paoli è una organizzazione caritativa cattolica fondata nel 1833a Parigi dal beato Federico Ozanam insieme ad altri laici. Fu riconosciuta dalla Santa Sede con un Breve Apostolico di Papa Gregorio XVI nel 1845. È attualmente diffusa in molti stati e fa parte della Famiglia Vincenziana. Tra i fondatori vi era anche il giornalista Emanuel Bailly che organizzò nel 1830, per alcuni studenti, degli incontri, denominati "Conferenze di diritto e di storia". Il 23 aprile 1833 i giovani Ozanam, Le Taillandier, Lamache, Lallier, Devaux, Clavè e Bailly decisero di dare una maggiore strutturazione ai propri incontri. Furono stabiliti due punti fondamentali: la semplicità ed il fine pratico, attivo. I caratteri fondamentali della Conferenza, con il passar del tempo, furono così individuati:

  • la laicità, 
  • la filiale sottomissione alla Chiesa Cattolica,
  • l'elevazione spirituale dei suoi membri e dei poveri assistiti,
  • la semplicità dei rapporti tra i confratelli,
  • la collegialità delle decisioni,
  • la forma diretta della carità con le visite, non individuali, alla case delle famiglie povere.

Fu deciso di chiamare gli incontri "Conferenze di Carità". Queste vissero senza regolamento per oltre due anni, finché il compito di redigerlo fu dato a Lallier, aiutato da Ozanam. Il regolamento fu approvato nel 1835 e le Conferenze assunsero il nome di "Società di San Vincenzo de Paoli".

Per informazioni rivolgersi alla segreteria della Parrocchia (tel. 0117790560) o contattare il Signor...

Via Bardonecchia 161     10141 Torino - Italia  Segnaposto1                                                                           Parrocchia NATIVITA' di MARIA VERGINEPozzobianco2

Tel +39 0117790560        Fax +39 0117728526

Email1 parr.nativita.maria@diocesi.torino.it          webwww.nativitamariavergine.it

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta